Cordelia, una storia dell’ottocento su una giovane fanciulla

By on 22 aprile 2012
cordelia

Nobile, bella orfana e senza un amore, la giovane Cordelia inizia a combattere contro la  curiosità e il terrore. Un amore tra le tenebre

L’arte nasce da tante cose. Un tempo come oggi esistevano e esistono le muse ispiratrici, ma a dare l’ispirazione è il tutto o il niente.

Un amicizia, un tramonto, un luogo, una parola oppure, come è successo a me, un incubo.

Da un incubo è nato Cordelia, ambientato nell’800, un racconto new gothic dove purezza e passione si incontrano e si scontrano, creando un texture intricata e ricca di suspense.

A far da padrone gli incubi notturni della bella Cordelia, la paura del non conoscere i luoghi sognati, il terrore ogni notte e la forte e inspiegabile attrazione verso l’uomo misterioso.

Terrore ed un lieve erotismo, la curiosità per un mondo oscuro “Attenta mia dolce Cordelia, non aprire quella porta. Lì dimora il vero terrore e la più grande passione

Fiore eterno, amore unico, nella morte troverai la vita”.

Un appuntamento bisettimanale vi porterà in un mondo dove le tenebre brillano di rosso passione. Scoprendo i personaggi così diversi e così legati insieme. Scoprirete che a volte la fine è solo l’inizio, e la cosa peggiore non è la puntura delle spine di una rosa, quello è solo l’inizio.

Prima parte: Cordelia

About Maria Luisa Chiarenza

Cresciuta tra i libri, i grandi romanzi e i classici. Ha da sempre un amore spropositato per la scrittura. Adora tutte le forme d'arte. Scrive per far conoscere alla gente la verità e le sue opinioni.