Aspettando The Avengers: Iron Man

By on 19 aprile 2012
Iron-Man

Il primo film della serie fu anche il primo prodotto dai Marvel Studios. Diede inizio a tutto con una scena posta dopo i titilo di coda con protagonista Samuel L. Jackson

[box style=”0″]

Speciale The Avengers.[/box]

Torna all’indice dello speciale

ll film.

Prodotto nel 2008 e diretto da John Favreau fu il primo film interamente prodotto dai Marvel Studios. Il film è il classico origin-movie in cui ci vengono presentati origini e motivazioni del personaggio. Facciamo così conoscenza con Tony Stark, ricco appaltatore dell’esercito, filantropo e noto sciupafemmine. Impegnato in una dimostrazione di un nuovo missile in Afghanistan, Tony viene rapito da un gruppo di terroristi noto come “I dieci anelli”. In punto di morte a causa di schegge di granata penetrate in prossimità del cuore, Tony viene salvato dal Dr. Ynsen, un fisico Afgano suo compagno di prigionia solo per venire a sapere che i suoi carcerieri vogliono che lui costruisca per loro delle armi di distruzione di massa, scoprendo inoltre che questi sono già in possesso di numerose armi prodotte dalla Stark Industries. Riuscito a fuggire grazie ad un armatura di fortuna costruita all’insaputa dei suoi carcerieri, torna negli Stati Uniti intenzionato a non produrre più armi.

Dopo aver scoperto che, nonostante la sua volontà di abbandonare la produzione bellica, la Stark Industries continua a produrre e vendere armi e che il suo socio in affari Obadiah Stane (vera mente dietro il suo rapimento) sta cercando di estrometterlo dalla dirigenza dell’azienda, Stark produce una versione più sofisticata della sua armatura e la usa per sbaragliare definitivamente la cellula terrorista dei “Dieci Anelli”. Nel frattempo Pepper Potts, segretaria e assistente di Tony Stark, scopre dei piani di Stane e ne informa l’agente Phil Coulson dello SHIELD che per buona parte del film aveva infruttuosamente tentato di incontrare Tony Stark. Stane fugge al tentativo di arresto da parte degli agenti grazie ad un armatura creata a partire dal prototipo originale di Tony Stark. Ne segue un confronto tra Stane e Stark che porta alla morte del primo e ad una conferenza stampa in cui Tony Stark si vede costretto a negare le pressanti illazioni che lo collegano ad Iron Man, il nome che la stampa ha dato al misterioso benefattore in armatura. Pur in possesso di un elaborato alibi fornitogli dall’agente Coulson, Tony Stark cede alla sua smania di protagonismo e confessa in diretta mondiale di essere lui l’uomo dentro l’armatura di Iron Man.

Il cast.

Robert Downey Jr. – Interpreta Tony Stark, amministratore delegato delle Stark Industries, filantropo e playboy di fama mondiale.

Terrence Howard – Interpreta James Rhodes, colonnello dell’aviazione militare nonché miglior amico di Tony

Jeff Bridges – Interpreta Obadiah Stane, il socio in affari di Tony

Gwyneth Paltrow – Interpreta Virginia “Pepper” Potts, segretaria personale di Tony Stark.

John Favreau – Oltre a dirigere la pellicola interpreta Harold “Happy” Hogan, autista e guardia del corpo di Tony Stark.

Clark Gregg – Interpreta Phil Coulson, agente dello S.H.I.E.L.D. incaricato di contattare Tony Stark per conto dell’agenzia.

Samuel L. Jackson – Interpreta Nick Fury, direttore dello S.H.I.E.L.D. che introduce Tony al progetto Vendicatori. Appare dopo i titoli di coda.

Le finezze.

Sebbene il gruppo terrorista dei “Dieci Anelli” non sia mai comparso nel fumetto, il nome è un chiaro riferimento al Mandarino, storico nemico di Iron Man che deve il suo potere a dieci anelli magici in suo possesso.

Nella scena in cui Pepper sorprende Tony a togliersi l’armatura di Iron Man si scorge per alcuni secondi parte dello scudo di Capitan America alle spalle di Tony. L’immagine fu inserita per scherzo da uno dei montatori ma al regista piacque così tanto che decise di tenerla, fosse solo per scoprire se qualcuno se ne sarebbe accorto.

Sullo sfondo dello scontro finale con Stane, compare il logo della Roxxon, compagnia petrolifera invischiata in numerose illegali e reale responsabile, nei fumetti Marvel, della morte dei genitori di Tony Stark.

Com’è ormai tradizione, Stan Lee fa una breve apparizione nel film, interpretando uno degli invitati ad una festa di Tony Stark e venendo scambiato da quest’ultimo per Huhg Hefner, patron di Playboy.

Cosa lo collega al resto della serie.

La scena inserita dopo i titoli di coda in cui un’imperturbabile Nick Fury confessa a Tony Stark di essere entrato in un “universo ben più grande di quello che immagina” e lo introduce al “Progetto Vendicatori“. Scritta dallo sceneggiatore Brian Micheal Bendis, la scena fu girata nel segreto più assoluto e diede il vero inizio al progetto “The Avengers” per il quale Samuel L. Jackson si impegnò a interpretare il ruolo di Nick Fury in almeno altri nove film.

About Salvatore Privitera

Laureato in chimica, lettore di fumetti compulsivo e smanettone impenitente, quando è abbastanza sobrio si mette alla tastiera per scrivere di tecnologia e affini. Quando è sufficientemente ebbro scrive anche di fumetti...