Usa, fiamme in un sottomarino nucleare americano

By on 24 maggio 2012
miami 2

Ieri sera è scoppiato un incendio a bordo del sottomarino nucleare americano USS Miami. Ora le fiamme sono state domate ma 4 vigili del fuoco sono rimasti feriti

Poteva diventare una tragedia se non fosse stato per i vigili del fuoco. Un sottomarino con a bordo un reattore può diventare una bomba ad orologeria con un incendio dentro le viscere. La scorsa notte un incendio anomalo è divampato all’interno del sottomarino nucleare americano USS Miami nel cantiere navale di Portsmouth, a Kittery, nel Maine (nord-est). Ad annunciarlo la Marina Usa.

Le fiamme sono divampate ieri sera a prua dell’imbarcazione (dove si trovano le cabine e i posti di comando) e hanno causato il ferimento di quattro vigili del fuoco. Per fortuna le ferite riportate dai vigili non hanno richiesto il loro ricovero in ospedale. Uno di essi è stato trasportato via dalla scena dell’emergenza per l’eccessivo calore, ma è vivo e cosciente . Gli altri sono stati vittime di inalazioni di fumo.

L‘emittente WMTW riferisce che il sottomarino si trovava nel cantiere da Marzo per lavori di manutenzione e stamani il fuoco non era ancora stato domato. Per fortuna l’incendio non ha toccato il reattore nucleare, altrimenti i danni causati dall’esplosione sarebbero stati molto alti. “Il reattore non era operativo al momento dell’incidente e non e’ stato investito dall’incendio“, ha reso noto la Marina americana. Per fortuna non c’erano armi nella nave”,  riferisce  il capitano Bryant Fuller “tutto il personale era pronto per gestire la situazione”. 

About Francesco Barresi

Laureato in Lettere moderne a Catania, scrive di tutto e bazzica in ogni dove purché si scriva. Ha collaborato con Step1, L'Inchiostro, ha partecipato a vari corsi e ora si trova per incroci fortuiti del destino con la redazione di Lavika.