Balotelli è un padano dalla pelle scura secondo Borghezio della Lega

By on 30 giugno 2012
Borghezio su Balotelli

L’attaccante azzurro ha fatto breccia tra i ‘lumbard’ che per un momento mettono da parte Roberto Maroni e Umberto Bossi

E’ la sorpresa che non ti aspetti al congresso della Lega Nord: Mario Balotelli fa un altro miracolo e diventa la vera star del Forum di Assago. “Un padano con la pelle nera” – come lo battezza Mario Borghezio – che con i suoi gol, però, sta trascinando la nazionale italiana agli Europei di calcio. Sarà perché ‘super-Mario’ è cresciuto in Franciacorta e parla perfettamente dialetto bresciano, ma il giocatore del City malgrado la maglia azzurra e quell’inno d’Italia cantato ad ogni inizio di partita, piace eccome ai delegati in camicia verde.

L’attaccante azzurro ha fatto breccia tra i ‘lumbard’ che per un momento mettono da parte Roberto Maroni e Umberto Bossi. Nessuno lo dice apertamente perché teme di ‘scontentare’ la base leghista, quella che su Radio Padania ascolta le telecronache ‘anti-Italia’. Ma si tratta di altri tempi. Forse è anche questa la svolta della Lega di Maroni rispetto a quella del passato: alcuni ‘credo’ folkloristici vengono accantonati per aprirsi anche a chi non è anti-italiano. Così, leggendo tra le righe, si scopre che le partite della Nazionale i leghisti le hanno viste. Jonny Crosio, deputato della Valtellina, ammette che fa il tifo per Balotelli: “Sono interista e Balotelli è stato interista”, dice anche se non va oltre. Ma tra i delegati qualcuno, sotto garanzia dell’anonimato, arriva ad ammettere che “Balotelli è forte” e che “il suo valore in campo non si discute”. Non è la prima volta che le strade del Carroccio e di Balotelli si incrociano: proprio Mario – ricorda qualcuno – un po’ di tempo fa fu ‘pizzicato’ con una fidanzata di Renzo Bossi, suscitando non poche polemiche. Intanto, domenica più di qualcuno vedrà la finale Italia-Spagna.

“Penso che in tanti la vedranno, ma non vogliono dirlo – spiega un delegato – Abbiamo fatto tanta strada ma i tempi non sono ancora maturi per fare una cosa del genere”. Prova a resistere, invece, Matteo Salvini che proprio su Radio Padania anni fa faceva le telecronache anti-Italia: “La partita? Io uscirò con la mia fidanzata”. Sarà vero?.

About Salvatore Angemi

Presidente dell'Associazione culturale Lavika, Direttore responsabile del Lavika Web Magazine, giornalista e conduttore su Sestarete e TV Acicastello, Direttore artistico di Radio Velvet Lavika on air. What else?