Bambini usati come scudi umani…mentre l’Onu sta a guardare

By on 12 giugno 2012
Bambini morti in Siria

Ancora una denuncia choc dell’Onu. In Siria i bambini morti vengono usati come scudi umani

Secondo un rapporto dell‘Onu, le truppe siriane hanno torturato bambini anche di solo 8 anni, li hanno uccisi e usati come scudi umani nelle incursioni militari contro i ribelli. Nel rapporto le Nazioni Unite, definiscono anche il il governo di Damasco come uno dei peggiori nella lista annuale della ‘vergogna’, che elenca le nazioni che si servono dei bambini nei conflitti armati.

Radhika Coomaraswamy, rappresentante speciale delle Nazioni Unite per i bambini nei conflitti armati dice : “Raramente ho visto tanta brutalita’ come in Siria, dove ragazzi e ragazze sono stati arrestati, torturati, giustiziati e usati come scudi umani”.

La notizia è già di qualche ora, ma forse perché ci abbiamo oramai fatto l’abitudine o forse perché distratti dalla crisi dell’euro, probabilmente non è stata attenzionata doverosamente. Nel frattempo gli osservatori dell’Onu in Siria non sono entrati a Haffa, provincia di Lattakia, dove vengono segnalati pesanti bombardamenti, perché hanno ritenuto fosse troppo pericoloso, ha dichiarato la portavoce della missione Onu, Sausan Ghosheh da Damasco.

E’ un massacro continuo. Ne abbiamo già parlato, e continueremo a farlo. Ma non basta. Bashar al-Assad è pazzo, un sanguinario, così come il padre, e l’unica soluzione che auspica è una pax augustea.

Ma il problema sta ancora più in profondità, è va ricercato proprio in quella inutile e macchinosa struttura chiamata Onu.

Le Nazioni Unite sono un’organizzazione ormai anacronistica, incapace di decidere e prendere posizioni. Anacronistica è la sua struttura all’interno, perché i membri permanenti del Consiglio di Sicurezza (Stati Uniti, Russia, Gran Bretagna, Francia, Cina) godono ancora del diritto di veto.

Oltre tutto bisogna ricordare che gli Stati Uniti dichiararono guerra contro Iraq ed Afghanistan senza alcuna risoluzione Onu, così come la Francia alla Libia (insieme ad Inghilterra e Usa).

Cosa rappresenta l’ONU oggi e che funzione ha, se non è neanche capace di intervenire davanti ad un massacro come quello che sta accadendo Siria?

 

 

 

About Salvatore Costanzo

Nasce a Catania il 22 Maggio 1980, musicista, scrittore, freelance, entra a far parte dell'Associazione Culturale Lavika nel 2010. Direttore Editoriale e Segretario di Lavika, scrive di politica, economia e cronaca locale, ma sempre attento al tema sociale. Affascinato dalla cultura islamica e mediorientale.