Euro2012, Inghilterra batte Svezia 3 a 2

By on 16 giugno 2012
Danny-Welbeck

Bellissima sfida all’olimpico di Kiev con l’Inghilterra che la spunta sulla Svezia

Primo tempo. Avvio blando con una prolungata fase di studio che dura fino al quarto d’ora quando Welbeck si fa trovare pronto sulla sventagliata al centro di Milner. Al 19′ prima offensiva scandinava con Ibrahimovic che prova un destro da fermo ma Hart blocca in presa bassa. Minuto 23, Gerrard si muove dalla trequarti  e scodella al centro, Andy Carroll incorna perfettamente sulla dormita di Granqvist ed è 1 a 0. Ibra prova a scuotere i suoi ma il suo destro dopo un’azione isolata e bloccato da Hart. Ashley Young calcia male da posizione defilata. La prima frazione si chiude sul 1-0.

Secondo tempo. Svezia rabbiosa in avvio di ripresa, passano solo 4 minuti ed in una mischia tra Mellberg e Glen Johnson ed il pallone si insacca per il pari. Inghilterra sotto shock passano 10 minuti ed è ancora rete svedese. Sebastian Larsson fa partire un traversone sugli sviluppi di un calcio di punizione ed ancora Olof Mellberg mette in rete. Ibra ci prova al 61′ ma la sfida infinita con Hart e ancora vinta dall’estremo difensore. Si scuotono intanto i “three lions” e Terry di testa non riesce misteriosamente ad insaccare grazie ad una magia di Isaksson. Calcio d’angolo palla deviata fuori, Theo Walcott carica il destro deviato ed è 2 a 2. La partita è apertissima e ancora Carroll ci prova con il destro ma il pallone è alto quando mancano 20 minuti alla fine. Al 76′ Ibra decide di fare sul serio bordata di destro all’angolino ma è ancora un pauroso Hart a metterla in corner. Partita sublime, azione dopo Walcott mette al centro e Danny Welbeck gira in rete di tacco per il 2-3. Skomina assegna 4 minuti di recupero ed al secondo Gerrard spara su Isaksson che si salva con un miracolo. Finisce 2-3, onore comunque alla Svezia autrice di una signora partita.

About Fulvio Gambino

Gioca a pallacanestro, tifoso laziale, scrive di calcio e basket, ma all'occorrenza anche su cronaca e attualità.