Hodgson parla di Inghilterra – Italia

By on 23 giugno 2012
Roy Hodgson

Il c.t. dell’Inghilterra ci rispetta: “Prandelli ha creato un mix tra giovani di qualità ed elementi esperti. Mario è pericoloso, ma noi dovremo provare a prendere in mano il match”. Gerrard: “Pirlo e Marchisio sono giocatori super”

Roy Hodgson è una vecchia volpe dei campi da calcio. L’aria un po’ dimessa non deve sorprendere, così come il suo accento british che di più non si può. Su richiesta l’allenatore ex Inter piazza la risposta in italiano, in conferenza stampa allo stadio olimpico di Kiev, spiegando tutti i suoi timori, ma soprattutto scaricando la pressione sugli azzurri, che ricopre di elogi: “Siamo impressionati dall’Italia, Prandelli ha fatto un buon lavoro, trovando il giusto mix tra giovani e giocatori esperti. Dobbiamo controllare la partita, perché se lo lasciamo fare all’Italia può diventare una nottata lunga per noi, perché gli Azzurri hanno tanti giocatori con una buona tecnica…”. Poco prima – quando gli avevano chiesto del presunto gioco all’italiana dell’Inghilterra, che domani sera qui affronterà la Nazionale per guadagnarsi un posto in semifinale, aveva risposto, in inglese: “Giochiamo all’italiana? Non so, vorrei capire a cosa si riferiscono…”. Al fatto che l’Inghilterra non si vergogna a difendersi, Roy. Furba come il suo condottiero.

GERRARD — Ha parlato anche il centrocampista del Liverpool, capitano dei Tre Leoni: “Balotelli è pericoloso, un giocatore eccellente. L’abbiamo verificato in Premier League, molti di noi lo conoscono bene, speriamo di contenerlo, domani sera. Anche grazie ad Hart, un grande portiere, diventerà il migliore del mondo. E ci servirà contro l’Italia. Il tabù quarti di finale? Siamo più forti rispetto al passato, possiamo conquistare la semifinale, stavolta. Sono occasioni che non capitano spesso, vanno sfruttate. Pirlo? Ha dimostrato negli anni di essere un giocatore di classe mondiale, ma questa partita non è la sfida tra me e lui, o tra Rooney e Balotelli, ma piuttosto tra l’Inghilterra e l’Italia. Sarà molto equilibrata, con il 50% di possibilità per parte. Io l’idolo di De Rossi e Marchisio? Sono lusingato. De Rossi è fantastico: lancia, recupera. Marchisio è diverso, si inserisce in area. Sono entrambi grandi giocatori, con Pirlo formano un super centrocampo”. Di classe, come le parole del capitano inglese.

About Salvatore Angemi

Presidente dell'Associazione culturale Lavika, Direttore responsabile del Lavika Web Magazine, giornalista e conduttore su Sestarete e TV Acicastello, Direttore artistico di Radio Velvet Lavika on air. What else?