Euro2012 l’Inghilterra vince e trova l’Italia ai quarti

By on 19 giugno 2012
Rooney

La vittoria di misura con gol di Rooney in contemporanea con la sconfitta della Francia regala il primo posto ai britannici che affronteranno l’Italia

Sfida decisiva per l’accesso ai quarti di finale quella alla Donbass Arena di Donetsk dove l’Inghilterra di Hodgson affrontava l’Ucraina, padrone di casa, che aveva l’obbligo dei tre punti per accedere alla fase finale.

Primo  tempo: Inizio lento che si sblocca solo al sesto quando Garmash calcia con il destro da fuori senza impensierire nessuno. Inghilterra passiva, ed è ancora la formazione ospite che con Konoplyanka calcia a giro, ma il suo destro viene salvato da Terry poco prima di insaccarsi. Due minuti dopo, discesa di Gusev che calcia col sinistro di pochissimo alto. Dopo 25 minuti l’Inghilterra è ancora a zero nelle conclusioni verso lo specchio, e la noia generale si abbassa sulla partita. Al 27′ prima occasione dei “white” che con Rooney sfiorano il vantaggio su colpo di testa dopo cross di Ashley Young. L’ultima occasione del primo tempo arriva poco prima della mezz’ora con Yarmolenko che gira di sinistro, con Hart che non si fa sorprendere. Per il resto sonno totale e zero occasioni.

Secondo tempo: Pronti via, e la dose di caffè bevuta nello spogliatoio, fa svegliare i “three lions”, Gerrard riprende la sfera dopo una ribattuta di calcio d’angolo, fa partire uno spiovente che Kacheridi sbuccia, provoca il comico errore di Pyatov che libera a circa 20 millimetri dalla porta Wayne Rooney insacca di testa, l’uno a zero. L’ Ucraina non si scompone e continua a provarci, ma la voglia e tanta le idee poche. Ne è simbolo l’occasione più pericolosa arrivata su un cross sbagliato di Milevskiy, che per poco non sorprende Hart. E ancora il giovane attaccante ad essere pericoloso, quando dopo un’ora ora di gioco, colpisce di testa da un metro ma alza troppo la mira.

Minuto 62, Milevskiy in contropiede da un pallone d’oro a Devic che si libera benissimo, calcia col destro Hart devia il pallone si impenna e Terry riesce a deviare il pallone fuori. Secondo i 10 occhi che dirigono la gara non è gol, le immagini dimostreranno che il pallone era però entrato nonostante la distanza ravvicinata dell’assistente di linea. I gialloblu si abbattono un pò dopo il gol negato e rischiano di capitolare su un cross di Milner deviato da Pyatov che poi si supera su Ashley Cole. Da li in poi è il momento dei cambi, Walcott e Carroll dentro per Milner e Welbeck, mentre per i padroni di casa dentro lo stoico Shevchenko oltre che Butko e Nazarenko che ci prova con un destro che però arriverà alto. Anche Konoplyanka ci prova con un tiro-cross che però trova una magia di un Hart in gran forma che facilita l’intervento di Lescott. Mancano cinque minuti e per l’Ucraina il pari non basta. Fuori anche Rooney, rilevato dal giovane Oxlade-Chamberlain.

Al 90′ solita discesa di Konoplyanka che serve al centro Yarmolenko che però gira alto col sinistro. Sfortunata l’Ucraina che non riesce a trovare il pari e deve cedere il primo posto all’Inghilterra che troverà quindi la nostra Italia domenica sera.

About Fulvio Gambino

Gioca a pallacanestro, tifoso laziale, scrive di calcio e basket, ma all'occorrenza anche su cronaca e attualità.