Sicilia, depositati 47 simboli di partito

By on 17 settembre 2012
I simboli depositati

Erano 38 nel 2008 e 50 nel 2006
Entro il 24 settembre sarà reso noto quali simboli saranno ammessi e quali esclusi

Si è conclusa ieri alle 16 la presentazione dei simboli dei partiti presso l’Assessorato regionale alle Autonomie Locali per le prossime elezioni siciliane. Tra liste provinciali e listini regionali, sono finora 47 i contrassegni depositati tutti già visibili nel sito della Regione Siciliana. Chi riscontrasse delle irregolarità ha tempo fino a martedì per presentare reclamo e a quel punto entro venerdì chi ha depositato un simbolo ritenuto confondibile o abusivo potrà sostituirlo con altro idoneo. Per sabato prossimo sapremo quindi quanti dei 47 simboli verranno definitivamente accettati dall’Assessorato regionale. A quel punto chi riterrà di essere stato escluso ingiustamente potrà presentare ricorso sul quale l’Ufficio centrale regionale dovrà pronunciarsi entro il 24 settembre. Quindi il 26 settembre i simboli saranno pubblicati in Gazzetta Ufficiale e il 27 e 28 settembre i partiti  che vorranno presentarsi alle elezioni integreranno i simboli depositando anche le liste dei candidati. Entro il 6 ottobre la macchina burocratica regionale darà il via libera alla stampa delle schede sui quali i cittadini esprimeranno il loro voto.
Fra i simboli presentati spiccano da subito i loghi del Movimento dei Forconi, quello ufficiale per Mariano Ferro presidente (il Popolo dei Forconi) e quello dell’ala destra scissasi a gennaio di Martino Morsello  e Francesco Calderone per Cateno De Luca presidente. Tre le falci e martello presentate. Oltre a quella storica di Rifondazione e Comunisti Italiani riuniti nella Federazione della Sinistra per Claudio Fava presidente, troviamo quella del Pcl di Marco Ferrando e quella della Sinistra Alternativa Autonomista. Debuttano i nuovi loghi dell’Udc di Casini con la scritta «Italia», e dell’Mpa-Partito dei Siciliani. Bicicletta invece per Psdi e l’Mrn di Scilipoti.
Sono tredici i simboli che riportano il nome di un candidato presidente ed è di Musumeci quello più ricorrente. Il candidato del centrodestra appare in ben cinque simboli, mentre Micciché e Crocetta “marchiano” solo due simboli a testa. Una solo simbolo ciascuno invece per Fava, Ferro, De Luca e Sturzo.
Alle scorse elezioni regionali del 13-14 aprile 2008 furono 38 i simboli depositati, ma poi sulle schede furono stampati 5 i listini regionali sostenuti da un totale di 12 liste provinciali, di cui solo quattro superarono lo sbarramento al 5% eleggendo i 90 deputati oggi divisi in ben 9 gruppi parlamentari. Con i 47 simboli di ieri, si è tornati ai livelli del 2006, quando i simboli depositati furono 50.

About Giovanni Bronzino