Artiglio del Diavolo: assunzione e controindicazioni

Artiglio del Diavolo: come e quando assumere questa sostanza naturale allo scopo di evitare effetti collaterali oppure controindicazioni

Artiglio del DiavoloL’Artiglio del Diavolo è un valido rimedio naturale a tanti problemi comuni che l’essere umano può presentare: serve infatti a combattere stati dolorosi di ogni genere, stati infiammatori di diversa natura, problemi di digestione, di colesterolo e gotta.

Le sostanze benefiche estratte dalla radice di questa pianta, devono essere assunte:

* Nel caso si tratti di radice macinata, nella misura di due cucchiaini in mezzo litro d’acqua, la sua consumazione può avvenire giornalmente, soltanto dopo averla fatta bollire, lasciata raffreddare e dopo averla filtrata.

* Nel caso essa sia in forma di gocce di tintura madre, la dose sarà nella misura di 40 gocce per due volte al giorno e sarà molto utile per dolori articolari o dovuti a patologie legate alla cervicale.

Sarà importante sapere che l’utilizzo di prodotti contenenti estratti di questa pianta officinale, è sconsigliato alle donne in stato di gravidanza o in allattamento: dopo l’acquisto di qualunque prodotto a base di artiglio del diavolo sarà utile leggere attentamente il foglietto illustrativo, con il quale si possano conoscere in maniera esatta, le dosi corrette e gli effetti collaterali che potrebbero causare vomito e nausea, diarrea, acufeni e perdita di appetito e gusto.

Be the first to comment on "Artiglio del Diavolo: assunzione e controindicazioni"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*