Bitcoin sulle montagne russe: investire conviene?

Non sembra esserci pace per i Bitcoin, criptovaluta più nota del mondo e ora al centro di una ennesima vicenda che rischia di generare molta complessità d’analisi in tutti i trader che scelgono di investire con tale sistema. Ma per quale motivo? Cerchiamo di riassumere quel che è accaduto a chi vuole investire nei bitcoin, e comprendere altresì se investire in questa moneta virtuale convenga ancora o sia meglio puntare altrove, come peraltro dimostrano le migliori previsioni euro dollaro sul Forex.

Bitcoin, salita e crollo

Al termine di una lunga salita, il valore dei bitcoin ha subito un drastico crollo tanto che, nell’arco di poche giornate ha ceduto diverse centinaia di dollari. Naturalmente, un simile flop nelle quotazioni della criptovaluta più famosa del mondo ha aperto diversi scenari di valutazione, alcuni dei quali anche piuttosto fantasiosi.

Tra le teorie più accreditate c’è però sicuramente la crescente e consolidata spaccatura tra gli utenti di Bitcoin, e in particolar modo di quei volontari che controllano e approvano le transazioni in criptomoneta mediante la disponibilità delle proprie valute. Naturalmente, non lo fanno gratis: i 7 mila nodi esistenti generano infatti una fonte di guadagno spesso minima, e da qualche tempo non tutti sembrano pensarla allo stesso modo.

La spaccatura di Bitcoin

Il motivo legato alla spaccatura sempre più profonda all’interno del mondo Bitcoin pare riguardi la velocità delle transazioni, che nelle ultime settimane sono rallentate fino a una media di 7 transazioni al secondo (per intenderci, Visa, che pur intermedia altri numeri, fa 24 mila transazioni al secondo).

Di qui, diverse scuole di pensiero su come poter soddisfare le richieste di mercato senza danneggiare il funzionamento di questa tecnologia. E, proprio sulla scia delle polemiche sorte all’interno della comunità, una parte degli “scissionisti” ha creato una seconda moneta, Bitcoin Unlimited, che promette velocità di approvazione delle transazioni molto superiore, andando a generare un valore aggiunto distintivo rispetto a Bitcoin.

Cosa accadrà ora ai bitcoin?

A questo punto, lecito anche domandarsi che cosa potrebbe accadere al mondo Bitcoin d’ora in poi. Per il momento la criptomoneta ha resistito all’assalto della Bitcoin Unlimited, forte anche del fatto che fino ad oggi la platea di “scissionisti” non era particolarmente nutrita, e contando sul fatto che gli utilizzatori del servizio Bitcoin sono piuttosto restii a cambiare moneta. Tuttavia, in futuro le cose potrebbero cambiare, soprattutto se la “versione” Unlimited dovesse aggregare un numero molto significativo di scambi.

Cosa accadrà ai titolari Bitcoin

Se in futuro Bitcoin dovesse realmente dividersi in due entità, con quella originaria affiancata a quella Unlimited, non dovrebbero esserci problemi di stabilità nelle piattaforme, che funzionerebbero entrambe in maniera separata. Rimane tuttavia aperto il timore che, trattandosi di una novità, una simile spaccatura possa portare il valore della criptovaluta a sperimentare punti di minima quotazione che a quel punto sarebbero realmente “profondi”. E, naturalmente, alcuni trader già speculano su questo fronte, puntando al deprezzamento dei bitcoin, mentre altri scommettono sul ritorno al rialzo nelle quotazioni della valuta. Chi avrà ragione?

Be the first to comment on "Bitcoin sulle montagne russe: investire conviene?"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*