Sigarette elettroniche dannose? Provocherebbero danni al Dna

Sigarette elettroniche dannose? Potrebbero provocare danni al Dna nel sangue: ecco cosa è emerso in un recente studio

Sigarette elettroniche dannoseNate per sostituire – in maniera più naturale ma soprattutto con l’obiettivo di evitare danni alla salute – le sigarette tradizionali, le e-cig potrebbero oggi essere considerate a dir poco dannose. Nonostante l’obiettivo iniziale sia stato quello di produrre delle alternative meno tossiche delle classiche bionde, secondo un recente studio portato avanti dai ricercatori dell’Alma Mater Studiorum, le sigarette elettroniche potrebbero essere decisamente dannose ed in grado di provocare seri problemi alla salute.

In particolare, secondo gli esiti dello studio che è stato pubblicato sulla rivista Scientific reports-Nature, l’uso di queste sigarette potrebbe provocare delle alterazioni del Dna nel sangue, diventando così autrici di seri danni alla salute e rischiando di generare anche patologie tumorali.

Il fatto che vi sia assenza di combustione e che, quindi, non si bruci tabacco, non significa affatto che non si producono sostanze tossiche, anzi: la produzione di acroleina, acetaldeide e formaldeide è generata ugualmente, e ciò potrebbe provocare seri danni in quanto esse sarebbero in grado di generare sostanze pre-cancerogene.

Ma c’è di più: i vapori prodotti sono così in grado di danneggiare le informazioni genetiche delle cellule, stabilendo così una connessione potenzialmente dannosa e diventando quindi concorrenziali allo sviluppo di patologie tumorali.

Be the first to comment on "Sigarette elettroniche dannose? Provocherebbero danni al Dna"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*