Sintomi iniziali: una corretta analisi ci aiuta

Sintomi iniziali: una corretta analisi dei sintomi può essere utile perché ci aiuterebbe a capire esattamente se si tratta di influenza o raffreddore

Sintomi inizialiInfluenza e raffreddore sono delle patologie molto simili, che si presentano appunto con una sintomatologia molto diffusa e molto similare, motivo per cui è bene capire esattamente quale delle due patologie ci abbia colpito prima di procedere al trattamento.

Prima di tutto, ricordiamo che è necessario ed è quindi molto importante rivolgersi sempre al proprio medico di cura, ma è possibile capire anche da soli se si tratta di raffreddore oppure di una influenza, ponendosi cinque domande.

La prima domanda è quella che riguarda i sintomi iniziali: come si è presentato il disturbo? Quali sono stati i primissimi campanelli di allarme? Stabilire e ricordare quali sono state le sintomatologie è molto importante perché ci permette di intuire la differenza tra raffreddore e influenza: in linea di massima, se i sintomi si sono presentati in maniera graduale, lenta e leggera – e non tutti insieme – allora si potrebbe trattare di raffreddore. Se invece questi sintomi – come stanchezza, febbre, mal di gola – si sono presentati con forza a tutti insieme, anche in maniera rapida, si tratta molto probabilmente di influenza.

Be the first to comment on "Sintomi iniziali: una corretta analisi ci aiuta"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*