Intervento fetale, Lynlee Hope Boemer operata con successo

Intervento fetale per rimozione del tumore al coccige: è successo alla piccola Lynlee Hope Boemer

È nata due volte Lynlee Hope Boemer, la bimba texana che, alla ventitreesima settimana di gestazione della sua mamma, è stata estratta dall’utero materno per essere operata per mezzo di  un delicato ma importantissimo intervento fetale che le avrebbe permesso di sopravvivere. Lynlee, la bimba nata due volte, era affetta da un tumore al coccige, una patologia rara che colpisce un nato ogni 35 mila e che in genere viene diagnosticato in tempo, permettendo all’equipe di medici di operare dopo la nascita del neonato.

intervento-fetaleIn questo caso, però, il tumore della piccola Lynlee Hope era così grande da non permettere ai medici di attendere ancora: di fronte ad un’ecografia che dimostrava la presenza di un tumore molto esteso, i dottori della chirurgia fetale hanno deciso che si sarebbe dovuto evitare il peggio, ovvero che il rischio sarebbe stato quello di un blocco del circolo del sangue e, pertanto, anche la morte. Così la piccola Lynlee è stata estratta dall’utero della mamma, Margaret, alle ventitreesima settimana e cinque giorni di gravidanza, per essere operata nel più breve tempo possibile: è stato così aperto l’utero della mamma, è stata operata la piccola per la rimozione del tumore, ed in seguito è stato ricucito l’utero dopo aver riposizionato la bimba al suo interno per consentirle il totale sviluppo degli organi.

Sono state 12 le settimane di attesa per la mamma, costretta a letto: la piccola Lynlee, che oggi sta bene e che rappresenta una voce di speranza, è nata il 6 giugno 2016 per la seconda volta. Un altro miracolo è stato compiuto dai numerosi passi in avanti fatti dalla scienza.

Be the first to comment on "Intervento fetale, Lynlee Hope Boemer operata con successo"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*