Latest news

Attentato a Nizza

Attentato in Francia

Questa mattina intorno alle nove circa Nizza ha subito un attentato.
Moltissimi sono i feriti e tre purtroppo i deceduti, l’uomo è stato subito catturato dalla polizia. 

Stamattina intorno alle nove nella Cattedrale di Nizza c’è stato un attentato. 
Un uomo di settant’anni è stato decapitato e altre due persone sono morte.
Numerosi anche i feriti. La terza persona sarebbe deceduta dopo essersi trascinata in un bar vicino dopo essere stata gravemente ferita.
Il terrorista è stato tempestivamente fermato dalla polizia ed arrestato anche se ora si trova in ospedale in quanto è stato ferito.
Secondo le prime indicazioni avrebbe agito da solo anche se, la tv francese, parla di un secondo uomo in fuga. «L’autore dell’attentato, mentre veniva medicato dopo essere stato ferito dalla polizia, continuava a gridare senza interruzione Allah Akbar», ha riferito ancora il sindaco Estrosi, intervistato da BFM-TV.

A quanto pare Il primo ministro Jean Castex si trovava all’Assemblea nazionale per illustrare i dettagli del nuovo confinamento, appena si è intuito il tutto ha lasciato immediatamente l’aula per raggiungere la cellula di crisi organizzata dal ministro dell’Interno, Gérald Darmanin, alla quale è atteso anche il presidente Emmanuel Macron che dovrebbe anche recarsi sul luogo dell’attacco.
Marine Le Pen è stata la prima a parlare: ”Dobbiamo smetterla di combattere solo il terrorismo, ma rivolgerci anche contro l’ideologia che lo arma, ovvero l’islamismo. Certamente c’è un legame con le minacce ricevute dall’estero, ma non abbiamo mai agito in modo diplomatico, per esempio contestando alla Turchia la presenza nella Nato, o interrogandoci sui nostri legami con il Qatar, che finanziano e sostegno questa ideologia”.
In questo momento sono state avviate le indagini e sono state affidate alla Polizia Giudiziaria e alla Direzione Generale della Sicurezza Interna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I tuoi dati saranno utilizzati solo per preferenze sul sito qualora sia necessario inserire ulteriori commenti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi