Investire in azioni nel lungo termine

Conviene davvero investire in azioni nel lungo termine? E quali titoli quotati in Borsa sarebbe opportuno acquistare per una strategia di lungo respiro nel mercato azionario? Rispondere a tali quesiti non è certo facile ma… niente ci vieta di provare a proporre qualche utile spunto che potrebbe influenzare le vostre strategie di trading sui titoli in Borsa e, in particolar modo, in Borsa italiana. Vediamo dunque quali sono i consigli per poter cogliere il meglio dalle quotazioni azionarie, con un’ottica non più di breve termine, come spesso abbiamo avuto modo di approfondire in queste pagine, bensì di lungo termine.

Innanzitutto, non possiamo che cogliere la palla al balzo dai suggerimenti che i nostri amici di valoreazioni.com hanno condiviso, e ricordare che l’investimento azionario è l’investimento di lungo termine “per eccellenza”: il ritorno dalle operazioni di trading sulle azioni si inseriscono infatti in un’ottica di ampio respiro, con durata di 5-7 anni, e sebbene moltissime persone cerchino la soddisfazione negli investimenti azionari pensando al breve raggio, è opportuno ricordare che invece questi strumenti meglio soddisfano le esigenze di chi opera su più tempo.

Premesso ciò, oggi giorno è molto più difficile, rispetto a quanto non avveniva 15-20 anni fa, individuare delle azioni che possano essere considerate sufficientemente “sicure”, e che possano dunque essere acquistate senza patemi per un sicuro rendimento di medio lungo termine. In altre parole, oggi replicare una strategia tipica dei “cassettisti” è estremamente difficile, con la conseguenza di rendere l’investimento azionario sempre un’attività a forte livello di rischio.

Quanto sopra non significa, comunque, che non si possa procedere con la formulazione di un’accorta strategia di Borsa puntando su azioni che, storicamente, pagano un dividendo quasi sempre certo e soddisfacente, con una crescita della capitalizzazione abbastanza sufficiente, come le azioni Enel, che nel corso degli anni hanno attirato a se tantissimi trader.

Se poi volete avvicinarvi con ancora maggiore consapevolezza e circospezione all’investimento azionario, niente di meglio che strutturare in esso un bel piano di accumulo, destinando una quota minimale del vostro capitale all’acquisto periodico (generalmente mensile) di una o più azioni. In questo modo non solamente riuscirete ad acquistare il titolo in più momenti della sua vita (andando così a mediare eventuali deprezzamenti), bensì riuscirete a ponderare il quantitativo acquistato in modo automatico: acquistando infatti un valore sempre identico di capitale, riuscirete ad acquistare più azioni nel momento in cui queste stanno calando e meno azioni quando invece queste sono più care.

Detto ciò, non possiamo comunque che invitarvi ad avvicinarvi al trading azionario con particolare cautela, ricordando la necessità di prestare lo sguardo all’esigenza di raggiungere una migliore diversificazione del proprio portafoglio, che renda il trading sulle azioni parte integrante di una più ampia strategia. Prima di testare sui mercati reali la vostra iniziativa di impiego, potrebbe inoltre essere utile aprire un conto demo presso uno dei principali broker, e sperimentare in tutta sicurezza le vostre intuizioni, utilizzando il denaro virtuale che l’operatore vi metterà a disposizione per questo primo periodo di valutazione.

Be the first to comment on "Investire in azioni nel lungo termine"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*