Onicomicosi: come curare questa spiacevole infezione

0

onicomicosiL’onicomicosi, ovvero la micosi delle unghie, è un’infezione che colpisce una o più unghie ed è causata da un fungo. Generalmente si tratta di un disturbo non pericoloso ma di un problema antiestetico che può diventare difficile da curare se trascurato.

Nella maggior parte dei casi si presenta con il cambiamento del colore e della forma dell’unghia, che tende anche ad inspessirsi. Se questo fungo si diffonde in profondità sotto l’unghia, può causare la comparsa di macchie, ispessimento e aumento della friabilità delle unghie, che tendono a sbriciolarsi ai lati: tutti sintomi brutti a vedersi e potenzialmente dolorosi.

L’onicomicosi può colpire sia le unghie delle mani che dei piedi, ma è più comune nelle seconde. Può risultare difficile da curare e tende a ripresentarsi, ma sono disponibili farmaci e spray per il trattamenti della micosi delle unghie che contribuiscono a debellarla.

Si tratta di un disturbo molto raro in giovane età, ma che invece tende ad aumentare la diffusione con il passare degli anni.

Ma quali sono le cause che portano alla comparsa dell’onicomicosi?
Innanzitutto è bene sapere che i funghi sono microrganismi normalmente presenti sul corpo umano che generalmente vivono in una situazione di equilibrio e di reciproca non aggressione. Sono forme di vita che crescono e si riproducono in ambienti caldo-umidi, ma che normalmente non sono in grado di aggredire l’organismo perché tenute a bada dal sistema immunitario. Tuttavia può capitare che questi possano riuscire a moltiplicarsi in modo incontrollato provocando la comparsa dei classici sintomi sopraelencati nel caso in cui vi siano dei minuscoli tagli presenti sulla pelle, oppure se l’individuo in questione soffre di un temporaneo calo delle difese immunitarie.

In teoria questo tipo di infezione potrebbe essere trasmessa ad altre persone, quindi è importante la cautela igienica. Inoltre, può esserci rischio di auto-inoculazione soprattutto sulle unghie vicine.

Ma, come accennato precedentemente, in pazienti sani questo tipo di infezione non comporta complicazioni importanti. Tuttavia trascurare un’infezione alle unghie può renderla molto più difficile e lunga da curare; è possibile che il dolore aumenti, ma soprattutto che possano subentrare danni permanenti alle unghie.
Al contrario, nei casi in cui il sistema immunitario è più debole (in caso di presenza di malattie come diabete, AIDS, soggetti in terapia immunosoppressiva dopo un trapianto, leucemia, …) i pazienti corrono invece un rischio maggiore di sviluppare infezioni sistemiche, ovvero che possano andare a colpire anche l’intero organismo, oppure andare incontro a sovrainfezioni batteriche.

Dunque, la prevenzione è sicuramente molto importante. Per aiutare a prevenire l’onicomicosi e ridurre le infezioni ricorrenti è buona norma ed abitudine mantenere una corretta igiene delle mani e dei piedi.
In particolare è consigliabile tenete le unghie corte, asciutte e pulite: tagliatele dando loro una forma quadrata e limate le zone ispessite. Inoltre, asciugate accuratamente le mani e piedi, compresa la pelle tra le dita, dopo che vi siete fatti il bagno o la doccia.
Anche la tipologia delle scarpe e delle calze è molto importante: preferite calzature di buona qualità e calze di cotone, che permettano al piede di respirare e traspirare. Cambiate spesso le calze, soprattutto in caso di sudore eccessivo, e comunque almeno una volta al giorno. Inoltre, alternate le scarpe chiuse con quelle aperte.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

I tuoi dati saranno utilizzati solo per preferenze sul sito qualora sia necessario inserire ulteriori commenti.