Latest news

Brand Reputation: quanto conta per un’azienda costruire un’immagine online

7 online-marketing-1246457_1920All’interno del mondo del marketing ha un grandissimo valore la costruzione di una Brand Reputation. Quanto conta saper investire nella propria immagine online? Nelle prossime righe affronteremo l’argomento.

Esistono mille o più modi di fare business. Curare il proprio marketing è il primo e anche quello più efficiente. Con l’ausilio delle nuove tecnologie costruire una strategia di marketing efficace è molto più semplice: questo perché ci si può avvalere dei social media e di una comunicazione che va facendosi sempre più verticale. Nella comunicazione virtuale quel che conta è soprattutto la performance, pertanto parlare di Brand Reputation è molto importante.

Lavorare alla reputazione di un marchio tuttavia non è cosa semplice e il più delle volte conviene affidarsi a web agency competenti (come ad esempio la areaseb), che sanno come muoversi o valorizzare al meglio un’impresa attraverso social e siti internet.

La domanda a cui vogliamo dare una risposta oggi, però, è: cosa s’intende però per reputazione di un brand e in quanti diversi modi ci si può lavorare?

Che cos’è la Brand Reputation?

Sotto l’espressione “Brand Reputation” possiamo raccogliere tutte quelle azioni volte a valorizzare l’immagine del marchio. Ciascuna di esse deve poter accrescere il suo valore attraverso una nuova performance. In questo processo hanno grande peso la condotta aziendale attribuita al prodotto o anche il registro di comunicazione utilizzato.

È importante porre una differenza tra Brand Reputation e Brand Awareness. Sebbene entrambe le cose perseguano lo stesso scopo (ovvero portare il marchio al risultato), esse lavorano su due poli opposti.

La prima infatti lavora sulla fiducia dei consumatori e sulle pubbliche relazioni, mentre la seconda prova ad aumentare la popolarità dell’azienda con ogni mezzo.

Come costruire un’ottima Brand Reputation

Innanzitutto bisognerà lavorare alla costruzione di un’identità e solo dopo a quella di una reputazione. In questo secondo step occorrerà mostrarsi coerenti con la propria visione e curare il più possibile la condotta. E’ importante monitorare ciò che viene detto sul lavoro dell’azienda. Se ad esempio offre un servizio di spedizione e qualcosa va storto potrebbe essere necessario assumere un Community Manager, figura spesso presente nelle web agency, che prova a gestire i conflitti via web e a tutelare l’immagine del brand.

Curare la customer experience è fondamentale per chi intende migliorare la reputazione aziendale.

Tecniche utili alla Brand Reputation

Esistono molte tecniche per favorire l’immagine dell’azienda online. Il più delle volte queste risiedono nel monitoraggio attento di tutto quello che viene detto sulla stessa. Tanti sono gli strumenti digitali di cui potersi servire: una ricerca per hashtag può servire, così come una ricerca su Google circa i risultati associati al proprio brand. Google Alert e Social Mention, a proposito, possono essere di grande aiuto.

Anche rispondere ai clienti malcontenti (e scusarsi se necessario) può convertire una cattiva recensione in una nuova lead. Creare contenuti sempre più accattivanti e d’interesse per il consumatore e per la community è un’altra azione di rilevanza. In questo caso ci si può affidare a Content Creator esperti ingaggiando una web agency.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I tuoi dati saranno utilizzati solo per preferenze sul sito qualora sia necessario inserire ulteriori commenti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi