Latest news

Charlie torna a casa: la famiglia chiede di trasferire il piccolo

Charlie torna a casa? Potrebbe non essere possibile ottenere la risposta a questa esigenza

Charlie torna a casaÈ ormai praticamente finita la battaglia legale per dare le giuste e attese cure al piccolo Charlie Gard: la famiglia del bimbo deve infatti oggi accettare una situazione molto difficile, che però sta a indicare che non c’è più nulla da fare. Anche qualora fosse oggi possibile intraprendere il trattamento di cure per cui i genitori del bimbo di dieci mesi hanno a lungo combattuto, non ci sarebbe più alcuna possibilità di esito positivo per la sua salute.

La situazione, quindi, è ormai compromessa. Adesso rimane, per i genitori del bambino, cercare di restituire dignità alla sua vita ed anche alla sua possibile morte: ed è proprio per questo motivo che, dopo una serie di difficoltà, e dopo aver ritirato la domanda per portare il piccolo in America, la famiglia ha chiesto di poter riportare il bimbo a casa, dove potrebbe ricevere le ultime cure ed anche l’assistenza ed il supporto necessari, anche dal punto di vista affettivo. La richiesta dei genitori non è stata però degnamente accolta, e ciò potrebbe sicuramente essere motivo dell’inizio di una nuova battaglia: secondo gli esperti, Charlie necessita di un’assistenza che non è possibile dare, nello stesso modo e in egual misura, in casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I tuoi dati saranno utilizzati solo per preferenze sul sito qualora sia necessario inserire ulteriori commenti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi