Cosa fare e cosa vedere a Porto Torres

0

porto-torresCosa fare e cosa vedere a Porto Torres

Perché cercare mete lontane quando i migliori patrimoni naturalistici li abbiamo a portata di mano nel nostro Paese? Un esempio di mete paradisiache non troppo lontane da casa ce lo offre Porto Torres, una delle località turistiche più interessanti da visitare in Sardegna.

I posti più belli di Porto Torres

Porto Torres non è una semplice vacanza di mare ma molto di più. Sorge al centro del Golfo dell’Asinara ed è circondato da storia e natura in un panorama ricco di fascino e di bellezze ammalianti. Si trova vicinissimo ad alcune delle mete marittime più amate dai turisti come Stintino e la Spiaggia della Pelosa e consente di raggiungere facilmente anche lo straordinario Parco Nazionale dell’Asinara che, almeno una volta nella vita, bisogna visitare.

Spiagge e costruzioni antiche

La prima meta turistica da visitare, anche se non sei amante dei siti storici, è sicuramente la Torre Aragonese che si trova proprio all’uscita del molo turistico. Ha una forma iconica che sicuramente avrai visto in foto perché è alta 14 metri ed è a forma di ottagono. Questa torre risale al dominio spagnolo del 1300 inoltrato e fu inizialmente una torretta di difesa della città. Questa torre è stata restaurata numerose volte e ha vissuto grandi sconvolgimenti e battaglie fino a diventare un lucente faro durante il XX secolo.

Un altro posto magico di cui ti innamorerai sicuramente è la Basilica di San Gavino nella quale riposano le spoglie di ben tre martiri, ovvero San Gavino, San Gianuario e San Proto. A questi tre martiri è dedicata un’importante festività locale denominata Festta Manna. Lo stile gotico della struttura offre facciate e interni marmorei di stile misto in un’atmosfera biancheggiante e surreale.

A questo punto, se hai visitato la Basilica non ti resta che fermarti ad ammirare la Spiaggia di Balai dove sorge l’iconica chiesetta dove vengono celebrati i tre martiri conservati a San Gavino. La spiaggia è avvolta dall’azzurro limpido del mare e da ripie cale dove i più temerari si esibiscono in tuffi mozzafiato.

Una visita a Stintino

Per ristorarvi dal caldo una visita alla Pelosa è d’obbligo. Qui vi tufferete in acque cristalline che si affacciano su una delle spiagge più suggestive di tutta la Sardegna. Finissima sabbia bianca e mare azzurrino si intrecciano con la spiaggia più piccina della Pelosetta, un vero e proprio paradiso terrestre. Essendo una spiaggia particolarmente conosciuta e amata ti consigliamo di recarti presto al mattino perché dopo diventa affollatissima e, per chi cerca un po’ di relax, questo non è sicuramente il massimo.

Infine ti consigliamo di goderti appieno la cucina locale, assaggiando le preliberate pietanze a base di pesce freschissimo che queste zone offrono in abbondanza. Un piatto tipico della zona è il lattume o lattante, ovvero una parte dell’apparato riproduttivo del tonno che viene lessato e panato. Il tutto accompagnato dai profumatissimi vini sardi e dai pinzimoni di verdure fresche messi sempre a centro tavola.

Fonte articolo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

I tuoi dati saranno utilizzati solo per preferenze sul sito qualora sia necessario inserire ulteriori commenti.