Latest news

Donna avvelenava marito per non avere rapporti sessuali: la storia di Ralph

Donna avvelenava marito: Andrea metteva acido borico nel cibo di Ralph per evitare che avesse un’erezione

La storia che è emersa negli ultimi giorni e che è rimbalzata, di giornale in giornale, per la sua curiosità ma anche per la gravità che essa comporta, ha quasi dell’incredibile. Ci spostiamo in America, dove una donna, che non voleva avere rapporti sessuali con il marito, ha deciso di intraprendere un piano lento di avvelenamento che, per l’uomo, si sarebbe rivelato fatale se non si fosse stati pronti a soccorrerlo.

Donna avvelenava maritoRalph, questo il nome dell’uomo avvelenato dalla moglie, aveva una sola colpa: quella di rivolgere – come normalmente accade tra due partner – delle attenzioni sessuali alla donna. Che però non aveva alcun intenzione di rispondere alle avances dell’uomo e che, per evitare di avere rapporti sessuali con il marito, piano piano – ovvero due anni fa – aveva iniziato ad avvelenare tutto ciò che l’uomo mangiava.

Andrea, questo il nome della donna che, purtroppo, non è stata arrestata per le sue colpe crudeli, in quanto è riuscita a fuggire in Messico, evitando così le sbarre del carcere. Dopo le dovute analisi, effettuate perché Ralph sentiva spesso crampi allo stomaco e stava sempre male, è emerso che nel suo stomaco vi erano tracce di acido borico, un insetticida che potrebbe aver provocato un lento avvelenamento in Ralph.

Dopo esser stata denunciata, Andrea è fuggita in Messico, ma gli investigatori sono sul punto di ritrovarla e di farle pagare la sua condanna, per le colpe commesse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I tuoi dati saranno utilizzati solo per preferenze sul sito qualora sia necessario inserire ulteriori commenti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi