Ultime notizie dal mondo

0


Ancora non si ferma il contagio da Coronavirus nel nostro Paese ma anche nel resto del mondo.

C’è da dire che in Italia finalmente il numero dei contagiati giornaliero sta continuando a calare, anche se di poco. Questi numeri spingono per la prima volta l’Istituto della Sanità inizia a parlare di ‘fase due’, anche se questa ipotesi sembra essere messa comunque a rischio dalle persone che continuano a violare le norme emanate dal Governo, dopo il nuovo boom di ‘furbetti’ denunciati: oltre 9mila nelle ultime 24 ore.
Inoltre l’ultimo dato di decessi è di 525 ”è’ il numero più basso di deceduti dal 19 marzo ad oggi”, afferma il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli.

Per quanto riguarda il Regno Unito è scattato l’allarme sulla salute di Johnson che è risultato positivo al Coronavirus.
Il Premier è risultato positivo al tampone già qualche giorno fa ma ieri si è aggravato e quindi è stato trasportato in ospedale.
Proprio la Regina Elisabetta ieri ha tenuto un discorso in diretta a tutti i suoi cittadini:
”Vorrei ringraziare tutti, soprattutto il personale ospedaliero e chi occupa ruoli importanti per la gestione di questa emergenza. Voglio ringraziare anche voi che rimarrete a casa, aiutando i più vulnerabili. Insieme stiamo affrontando questa malattia, spero che nel futuro chiunque sarà orgoglioso di come sta affrontando questa sfida. Il momento in cui il Regno Unito si è riunito per applaudire il personale medico rimarrà nella storia”, continua la Regina, ”Questo periodo mi ricorda della prima trasmissione fatta da me e mia sorella sulla BBC, abbiamo parlato da Windsor dopo essere state evacuate della nostra casa nel 1940. Avremo successo e questo successo apparterrà a tutti noi. Arriveranno giorni migliori. Ci incontreremo ancora ma per adesso vi mando i miei migliori auguri.” Conclude così il suo discorso.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

I tuoi dati saranno utilizzati solo per preferenze sul sito qualora sia necessario inserire ulteriori commenti.