Terremoto a Milano e Padova

By on 3 giugno 2012
terremoto milano

Ma le scosse continuano anche in Emilia

Una lunga scossa di terremoto si è avvertita distintamente a Milano alle 21.22 e anche a Padova dove la gente si è riversata per strada.

Una forte scossa di terremoto, della durata di diversi secondi, è stata appena avvertita nelle zone dell’Emilia già colpite dal sisma dei giorni scorsi. La scossa è stata avvertita in modo chiaro anche a Bologna.

Ma le scosse continuano anche in Emila, è di magnitudo 5.1, infatti, secondo i primi dati non definitivi dell’Ingv, la forte scossa sentita in serata nel nord Italia poco prima delle 21.30. L’epicentro è nella zona compresa tra le province di Modena, Reggio Emilia e Mantova.

“Ci troviamo di fronte ad una catastrofe nazionale, la Commissione europea interverrà a favore delle zone dell’Emilia colpite dal terremoto con il fondo di solidarietà”. Lo ha confermato il commissario europeo alla politica regionale, Johannes Hahn, dopo aver visitato le zone colpite dal sisma con il vicepresidente della Commissione Europea, Antonio Tajani. “La situazione è estremamente difficile – ha aggiunto – per le persone che hanno perso la casa e per quelle che temono di perdere il lavoro”.

Il Commissario Hahn non ha fatto cifre esatte. “La valutazione dei danni è ancora in corso – ha detto al riguardo – ma posso dire che se si tratta di danni intorno ai 5 miliardi di euro, noi potremmo dare un aiuto nell’ordine di 150-200 milioni con il fondo di solidarietà”. Si tratta cioé di risorse a fondo perduto, che non devono essere restituite, per comprire i costi dell’emergenza sostenuti dalle amministrazioni pubbliche. “I ministri per lo sviluppo rurale, inoltre, hanno deciso di stornare il 4% del fondo per lo sviluppo rurale – ha aggiunto Hahn – e di stanziarlo a favore delle zone terremotate”, per una cifra che il commissario europeo ha stimato intorno ai 100 milioni di euro. “Infine c’é la possibilità di riassegnare i fondi dei programmi operativi alla ricostruzione, per una somma a due cifre”, ha concluso il commissario europeo, promettendo anche che “l’Europa non chiederà la restituzione dei fondi già erogati per progetti europei che non possono essere portati a termine a causa del terremoto”.

Allerta della protezione civile a causa di forti piogge e temporali previste per domani anche sulle zone dell’Emilia colpite dal sisma. Tra gli effetti possibili del maltempo pure “danni a infrastrutture di tipo provvisorio”. L’agenzia regionale di Protezione civile ha diramato un bollettino di attivazione della fase di attenzione su tutta l’Emilia-Romgna dalle 2 della prossima notte alle 2 di quella successiva.

Secondo quanto riporta il bollettino – che riguarda, appunto, tutta la regione – “il rapido transito di una saccatura proveniente da ovest determinerà, nella giornata di lunedì 4 giugno, condizioni generali di precipitazioni diffuse a carattere di rovescio o temporale”. In base all’allerta i fenomeni cominceranno dalle prime ore della giornata nelle province occidentali per poi estendersi progressivamente al resto del territorio regionale. L’intensità maggiore delle piogge con carattere di temporale é prevista per le ore centrali e pomeridiane “con associata attività elettrica e raffiche di vento. Non si escludono quantitativi localizzati di precipitazione attorno a 50 mm con associata presenza di grandine”.

Dalla serata, i fenomeni vengono dati in esaurimento in serata. Nel bollettino vengono descritti pure i possibili effetti del passaggio della perturbazione: “Possono verificarsi localmente interruzioni della circolazione stradale e ferroviaria e delle reti tecnologiche, intasamento della rete di raccolta e smaltimento delle acque. Inoltre, possono verificarsi allagamenti di sottopassi,zone depresse e locali sotterranei”. “Possono verificarsi localmente danni alle strutture di pertinenza delle abitazioni (tettoie, pergolato, ecc), impianti o infrastrutture di tipo provvisorio (tendoni, installazioni per iniziative commerciali, sociali, culturali, strutture di cantiere, ecc.)”.

About Salvatore Angemi

Presidente dell'Associazione culturale Lavika, Direttore responsabile del Lavika Web Magazine, giornalista e conduttore su Sestarete e TV Acicastello, Direttore artistico di Radio Velvet Lavika on air. What else?