MotoGP Pedrosa in pole al Mugello, deludente Rossi decimo

By on 14 luglio 2012
Pedrosa Mugello 2012

Lorenzo secondo, bene le Ducati di Barbera e Hayden. Quinto Stoner, inseguito da Crutchlow e Dovizioso. Qualifica deludente per Rossi

Sul circuito del Mugello, tempio del motociclismo italiano, le qualifiche sorridono ai piloti spagnoli: in tutte le 3 categorie a dominare sono i piloti spagnoli a bordo di prototipi dotati di propulsori Honda. Un brutto colpo per tutti i tifosi italiani, che hanno letteralmente assediato l’autodromo toscano, che si aspettavano una presa d’orgoglio di tutti i piloti italiani (un po’ in difficoltà ultimamente) e soprattutto di Valentino Rossi, oggi davvero deludente e purtroppo “senza scuse” visto che le altre Ducati non hanno sfigurato.

MotoGP: Pedrosa su Honda si aggiudica la poleposition in extremis, rubando al connazionale Lorenzo su Yamaha, dominatore nelle prove libere e per tutte le qualifiche; ovviamente in ottica gara Jorge Lorenzo resta il favorito, visto il passo di gara che aveva mostrato nei giorni precedenti. Ducati si aggiudica il terzo e il quarto posto in griglia con Barbera e Hayden. La quinta piazzola va al solito Stoner, apparso un po’ in difficoltà per tutto il weekend, sesto Crutchlow su Yamaha Tech3, mentre il settimo tempo viene fatto segnare dal primo italiano, Andrea Dovizioso, compagno di squadra di Crutchlow. Ottavo Bradl, sempre più continuo sulla sua Honda, nono Spies e solo il decimo tempo per Rossi.

Ducati-Rossi-Audi sono stati il tema portante delle ultime settimane, ma qualcosa sembra ancora non andare: infatti Rossi oggi è apparso ancora distantissimo (un secondo e due decimi) dal tempo fatto segnare nella pole, ma sopratutto sembra distantissimo anche dal compagno di squadra Hayden e da Barbera (dotato della vecchia Desmosedici). Addirittura a fine qualifica è sembrato sconsolato in una intervista, dichiarando di essere stato ostacolato nel giro lanciato da Barbera, ma che in fondo le cose non sarebbero cambiate molto…parole pesanti quelle rilasciate dal nove volte Campione del Mondo, che più di una crisi tecnica, sembra stia cominciando a passare una crisi di risultati. In gara Rossi si è sempre rifatto, ma indubbiamente arrivare in qualifica al Mugello, sua pista preferita, dietro le altre Ducati è un brutto schiaffo morale.

In Moto2 Espargaro fa segnare il miglior tempo aggiudicandosi la pole, ma il solito Marquez (ormai confermato pilota HRC in MotoGP per l’anno prossimo) lo tampina da vicino. Il duello tutto spagnolo in Moto2 potrebbe essere disturbato solo da Zarco (terzo) e ovviamente da Iannone (quarto) e De Angelis. I piloti «italici» (ricordiamo che De Angelis è sammarinese) non hanno brillato nell’arco delle prove libere, ma in qualifica hanno chiuso il gap con il più veloci grazie soprattutto alla voglia di fare bene davanti ai propri tifosi.

In Moto3 i distacchi invece sono stati più importanti, con Maverick Vinales su FTR Honda in pole e Cortese ad inseguire (abbastanza staccato) con la sua KTM. Il pilota spagnolo ha dominato tutte le manche di prova e anche le qualifiche, mettendo una seria ipoteca sulla gara, dove solo la temperatura torrida prevista per domani potrebbe cambiare le cose. Sesto il primo italiano, Antonelli su Honda Gresini, ottavo il giovane talento Romano Fenati, sempre su Honda FTR del team Italia FMI, che per il Mugello si presenta con delle grafiche particolari.

About Alessandro Musumeci

Dato che tutti i miei punti di vista passano attraverso la visiera di un casco, su Lavika come naturale che sia scrivo di motomondiale e motociclismo a 360 gradi, e di tutte le competizioni che riguardano i motori.