Che cos’è il trucco permanente e come si effettua

0

principiIl trucco permanente è un trattamento della dermopigmentazione, ovvero un trattamento a base di pigmenti di colore anallergici da inserire sotto la pelle per risolvere problematiche di natura estetica.

Gli interventi di trucco permanente vengono effettuati inserendo dei granuli di pigmento di colore direttamente nel derma attraverso degli aghi molto sottili, realizzando un make up duraturo ma non definitivo.

Questo trattamento può essere applicato su diverse aree del viso attraverso l’utilizzo di tecniche differenti, in particolare si applica su labbra, occhi, sopracciglia, capelli e cicatrici, come spiega centroesteticoindaco.it ottimo sito dedicato al trucco permanente.

 

In cosa consiste il trucco permanente

Il trucco permanente si applica inserendo pigmenti di colore sotto la pelle negli strati più superficiali del derma, attraverso l’utilizzo di un macchinario che ricorda un dermografo con aghi alle estremità, che inseriscono i pigmenti sotto la pelle.

Come nel caso dei tatuaggi, prima di applicare il trucco permanente è bene sottoporsi ad un test per verificare eventuali reazioni allergiche.

Il trattamento trucco permanente viso si effettua con una penna chirurgica che serve a tracciare l’area da tatuare. Quando l’ago penetra nella pelle rilascia una goccia di pigmento senza causare dolore eccessivo.

Le tecniche di trucco permanente utilizzate in Italia sono:

  1. Pigmentazione punto a punto: il pigmento viene inserito nello schizzo precedentemente generato con punti disposti l’uno accanto all’altro;
  2. Tecnica a strisce: il pigmento viene depositato attraverso piccole strisce sovrapposte frontalmente fino a formare il disegno progettato;
  3. Tecnica lacrimale: ovvero dermoblading, si utilizzano degli aghi smussati per inserire il pigmento nella pelle, strappandolo leggermente, con penetrazione meno profonda rispetto alle altre tecniche.

Dopo aver effettuato il trucco permanente è necessario applicare un gel anestetico sulla pelle, come la vaselina.
Il colore del trucco permanente viso inizialmente è più scuro ma diventa chiaro dopo circa tre settimane, potrà provocare zone rosse e gonfie.
Come con un tatuaggio, è importante evitare l’esposizione al sole e l’uso di filtri solari per diverse settimane dopo l’intervento di trucco permanente.

Durata del trucco permanente

Il trucco permanente tende a durare per alcuni mesi, la durata dipende dalla tipologia di pelle del paziente, dal trattamento richiesto e dalla professionalità della persona che ha eseguito il trattamento.
In alcuni casi è necessario subire più sessione di micropigmentazione ogni quattro o sei settimane. Il trucco durerà tra le sei e i 12 mesi.

Prima di effettuare il trattamento trucco permanente è necessario pensare bene alle conseguenze perché, come nel caso di un tatuaggio, una volta eseguito non può essere rimosso.

Il trattamento resta per diverse settimane e mesi sotto la pelle e togliere il trucco permanente significa sottoporsi ad un trattamento lento e doloroso. Per questo motivo è molto importante rivolgersi ad un esperto del settore che conosce la tecnica da utilizzare e non provoca danni all’immagine o alla salute della pelle.

La durata massima del trucco permanente è di un anno, si consiglia di aspettare che il colore scompare in modo naturale e, successivamente, rivolgersi ad uno specialista per eliminare ulteriori residui dei pigmenti di colore.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

I tuoi dati saranno utilizzati solo per preferenze sul sito qualora sia necessario inserire ulteriori commenti.