Latest news

Il Ministro dell’Interno denuncia Cateno De Luca

SiciliaIl Ministro dell’Interno ha deciso di segnalare all’autorità giudiziaria i comportamenti usati dal primo cittadino siciliano Cateno De Luca. 

Il Sindaco di Messina Cateno De Luca è stato denunciato dal Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, perchè avrebbe usato “parole gravemente offensive, pronunciate pubblicamente e con toni minacciosi”.
Secondo quanto riferisce il Viminale in una fase di emergenza simile che sta vivendo tutto il nostro Paese dovrebbe padroneggiare un senso di solidarietà.
‘Le insistenti espressioni di offesa e di disprezzo, ripetute per giorni davanti ai media da parte del primo cittadino di Messina all’indirizzo del ministero dell’Interno, appaiono inaccettabili, e quindi sarebbero censurabili sotto il punto di vista penale, per il rispetto che è dovuto da tutti i cittadini – e a maggior ragione da chi riveste una funzione pubblica anche indossando la fascia tricolore – alle istituzioni repubblicane e ai suoi rappresentanti”.

Non è tardata ad arrivare anche la risposta del Sindaco De Luca che afferma: “Io la denuncia me la prendo perché mi darà modo di difendermi nelle sedi opportune. Avete consentito di far passare dallo Stretto persone e mezzi senza le prescritte autorizzazioni e i controlli. Le prove ci sono perché le forze dell’ordine hanno provveduto a denunciare dieci persone che non erano in regola, nonostante i presunti controlli fatti a Villa San Giovanni. Ci vediamo in tribunale signor ministro”
Poi aggiunge: “Lo Stato vuole la testa del sindaco De Luca perché ha scoperchiato le vergogne di Stato”.
Infine afferma rivolgendosi al ministro dell’Interno: ‘Tutto quello che è stato messo in campo dal governo di cui lei fa parte è stato costantemente violato. Ne parleremo in tribunale: se questa denuncia è un avvertimento per il sottoscritto, ne prendo atto e vado avanti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I tuoi dati saranno utilizzati solo per preferenze sul sito qualora sia necessario inserire ulteriori commenti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi